Articoli

arancini_riso_venere_

Arancini di riso venere di pesce

Ingredienti:

300gr. riso venere (per 12 arancini)

1 scalogno

1 spicchio di aglio

1 bicchiere di vino bianco

Brodo vegetale

Sale e pepe

1 cucchiaio di amido di riso

2oo gr. di code di gamberi

4 scampi freschi (pezzatura media)

4 gamberoni freschi (pezzatura media)

200 gr. piselli

2 uova

200 gr. di semi di papavero

Olio di semi (per friggere)

 

Procedimento:

Innanzi tutto dobbiamo pulire tutti i pesci che abbiamo: le code di gamberi le sguscio, gli scampi li taglio a metà e tolgo la polpa, stessa cosa per i gamberoni, dopo di ciò trito tutto grossolanamente e in una padella metto un goccio di olio extravergine di oliva, lo spicchio di aglio, sale e pepe, aggiungo il pesce tritato e i piselli. Faccio rosolare per 5 minuti e tengo da parte il tutto.

In una padella trito lo scalogno finemente, faccio rosolare con un goccio di olio e aggiungo il riso venere, sale e pepe, faccio tostare, sfumo con il vino bianco e aggiungo il brodo un po’ alla volta per 30 minuti. Il riso venere ha una cottura molto lunga. Potete o cucinare il riso con una pentola a pressione, dimezzando i tempi oppure comprare il riso già precotto. Quando il riso è ben cotto aggiungo un cucchiaio di amido di riso che mi servirà a tenere ben compatti gli arancini, cucino ancora per 5 minuti e stendo su un vassoio grande tutto il riso in modo che si raffreddi piu’ velocemente.

Quando tutto è freddo vado a preparare gli arancini: inumidite le mani con poco olio, appiattite un po’ di riso sul palmo della mano e realizzate una conchetta con le dita, metto un po’ di ripieno e aggiungo ancora del riso per chiudere la parte del ripieno. Faccio una pallina e poi stringo una parte della pallina per formare un apice.

Dopo aver fatto tutti gli arancini andiamo a impanarli: in due ciotoline metto, in una due uova intere, e nell’ altra i semi di papavero. Passo ogni arancino prima nell’ uovo e lo faccio bagnare da tutti i lati, faccio cadere l’ uovo in eccesso e poi lo passo nei semi di papavero facendo aderire bene i semini.

In una padella grande metto l’ olio di semi e faccio scaldare. Quando è ben caldo metto due o tre arancini per volta e friggo per 5 minuti da tutti i lati. L’ olio non deve essere molto caldo altrimenti brucia soltanto i semini e all’ interno non cucina. Quando abbiamo fritto tutti gli arancini  li mettiamo in un piatto con della carta assorbente da cucina e serviamo bei caldi. Un po’ faticosi da preparare ma poi ne vale la pena. Buon Appetito.